Ebrei e Cristiani

Riflessioni sulla "Giornata della Memoria" del prof. Franco Lo Piparo

0

Domani, 27 gennaio, sarà celebrata in tutto il mondo la Giornata della Memoria della persecuzione sistematica degli ebrei condotta da nazisti e fascisti prima e durante la seconda Guerra mondiale. Come accade in questi casi, ci sarà una sovrabbondanza di retorica sui pochi cattivi (Hitler e Mussolini in primo luogo) contro i molti buoni e innocenti.

È giusto non nascondere ai giovani un fatto fondamentale. Una tragedia immane come la Shoah (diversi milioni di ebrei deportati, internati nei ghetti e sterminati nelle camere a gas) non può accadere senza un sistema culturale che la giustifichi e che è senso comune della maggioranza della popolazione.

Uomini e donne di Chiesa hanno aiutato molti ebrei. Questo è documentato e non bisogna tacerlo.

Lo so che dispiace dirlo ma bisogna dirlo. La Chiesa cattolica è tutt’altro che innocente in questa incredibile tragedia. Santi come Agostino e Tommaso non hanno mai nascosto la loro condanna senza appello del popolo ebraico definito deicida. È dei cattolicissimi Ferdinando II di Sicilia e Isabella di Siviglia il decreto del 1492 di espulsione degli ebrei. Per citare solo pochi fatti eclatanti.

Ancora in epoca post-olocausto, precisamente fino al 1958, il Venerdì santo i fedeli dicevano la seguente preghiera:

«Preghiamo anche per i PERFIDI GIUDEI, affinché Dio nostro Signore tolga il velo dai loro cuori e riconoscano anch’essi Gesù Cristo Signore Nostro.
Dio Onnipotente ed eterno che non ricusi la tua misericordia neppure ai PERFIDI GIUDEI, degnati di esaudire le preghiere che ti rivolgiamo per questo POPOLO CIECO, affinché, riconoscendo la luce della tua verità, che è Cristo, siano LIBERATI DALLE LORO TENEBRE».

La Chiesa cattolica oggi è su tutt’altre posizioni. Grazie a Papa Giovanni e al Concilio Vaticano Secondo. Se vogliamo evitare altre cadute non bisogna però dimenticare il passato, nemmeno tanto lontano.

Franco Lo Piparo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here