Sai cosa penso analizzando gli avvenimenti nel mondo?

Lorenza Di Liberto ci affida un suo pensiero

0

La terra aveva necessità che l’uomo fermasse le sue azioni, che hanno minacciato e distrutto gran parte del pianeta, l’uomo accecato da un potere che ad oggi lo ha portato ad uccidere, a distruggere, a sopraffare il suo simile per ingordigia e per avere lo strapotere ora su uno ora sull’altro, alimentando anche guerre tra fratelli che non si sono fermate davanti alla morte di tanti figli, e poi interi continenti, (Australia, Amazzonia, America) sono stati per mesi in balia di un fuoco terribile, uragani e cicloni e terremoti hanno portato distruzione e morte in tanti paesi, una moltitudine di locuste ha invaso l’Africa, e per finire un virus venuto dal nulla, incontrollabile, invasivo e mortale colpisce e si estende fra i popoli di tutto l’emisfero. 

Uccide e atterrisce, costringe l’uomo a fermarsi, a rinchiudersi in casa, a non lavorare, allontana l’uno dall’altro, ci fa morire in solitudine, ma ci da una possibilità, quella di pregare, ognuno il suo Dio, ma non più raccolti in assemblea, ma se credi e se vuoi, devi pregare da solo, faccia a faccia con Dio, devi ritrovare quella fede che avevi buttato alle ortiche, devi sentire di nuovo quell’amore verso il prossimo, devi conoscere la pietà e devi tendere la mano, quella mano che per troppo tempo hai tenuto in tasca. Adesso tutto ti fa paura e ti senti piccolo e inutile se non credi in Lui. Quello che credevi impossibile avviene, anche le guerre si sono fermate, oggi riusciamo a guardarci dentro, ci rendiamo conto che non abbiamo eserciti o armi sufficienti per venirne fuori, anzi constatiamo che nessuna arma può fermare questo nemico, lo sconfiggeremo solo con l’isolamento e con il silenzio e la preghiera. Un solo comandante ha il potere di fermare questo esercito invisibile,  ti resta da fare solo una cosa: pregare perché Dio ci conceda il perdono. E qualunque sia il tuo Dio prega

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here