Il GIORNO DELLA MEMORIA della S.M.S. “P.Palumbo” di Villabate

27 Gennaio 2021

0

Ogni anno, e non soltanto in occasione di tale celebrazione, i docenti hanno il compito di sensibilizzare e affiancare gli studenti nella riflessione sul “Giorno della Memoria”. Memoria per non dimenticare le indicibili nefandezze compiute dal regime nazista durante la Seconda Guerra Mondiale, Memoria per commemorarne le vittime, per condannare il male fatto e subito, per ricordare tutti coloro che si opposero e aiutarono le vittime, ma anche e soprattutto per studiare, approfondire e comprendere le complesse dinamiche di ciò che è accaduto affinché non avvenga mai più.

Lo studio della Shoah e degli altri crimini contro l’umanità ha come obiettivo la lotta all’antisemitismo, al razzismo e alla xenofobia al fine di educare agli ideali di pace e formare una coscienza consapevole dei diritti fondamentali della persona. A scuola gli studenti imparano il valore della democrazia, dell’uguaglianza, della giustizia, e l’approfondimento degli eventi passati fornisce loro gli strumenti per contrastare gli stereotipi e i processi di emarginazione ed esclusione.

Nonostante i limiti della Didattica a distanza, i docenti della scuola Secondaria di primo grado “P. Palumbo” hanno sviluppato un percorso interdisciplinare, commisurato all’età e alle capacità degli allievi, affrontando la millenaria presenza ebraica nella storia dell’umanità con l’obiettivo di conoscerne la cultura, per una comprensione ampia e approfondita dei vari aspetti che caratterizzano la Shoah. Partendo dal testo della Legge n. 211 del 2000, gli alunni si sono cimentati in ricerche lessicali, visione di docufilms, momenti di dibattito e riflessioni collettive, elaborati testuali, grafico-pittorici, lapbook, video e tanto altro. Dai prodotti dei discenti emerge un’attenta riflessione sulla tematica in oggetto, il rifiuto di ogni tipo di discriminazione e la necessità di costruire un mondo migliore partendo dai valori veicolati dalla Costituzione italiana.

Esattamente come sostiene la senatrice Liliana Segre: “Coltivare la Memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare ”.

Prof.ssa Zarcone Ivana

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here