La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne della S.M.S. “P.PALUMBO” di Villabate (Pa)

Anche in questo periodo di enorme difficoltà la scuola continua il lavoro di educazione alla cittadinanza

0

Mercoledì 25 novembre 2020, in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, si è tenuto, presso l’Aula Lim dell’istituto secondario di primo grado “P.Palumbo” di Villabate, un incontro formativo volto a sensibilizzare gli alunni e a farli riflettere sulla tematica della violenza di genere. La scuola, consapevole dell’importanza fondamentale del l’ educazione alle pari opportunità, attua diverse attività curriculari ed extracurriculari volte al superamento di stereotipi e di pregiudizi e finalizzate al superamento delle discriminazioni di genere. Come ha sottolineato il Dirigente scolastico Mario Veca all’apertura dei lavori: “I ragazzi hanno bisogno di svolgere attività didattiche ed educative come questa perché devono essere informati, orientati ed educati al rispetto delle differenze e alla non violenza per diventare futuri cittadini attivi e consapevoli”. All’evento, oltre al Dirigente Scolastico Mario Veca, hanno partecipato, in modalità telematica, il maresciallo Bartolo Fricano, comandante della stazione dei carabinieri di Villabate, l’architetto Giuseppe Cottone, presidente del Consiglio d’istituto, la dott.ssa Carmen Naro, assistente sociale, la signora Lidia Vivoli e la dott.ssa Liliana Pitarresi coordinatrice della rete Amorù. Questa giornata didattica è stata la conclusione di una settimana di studi, di riflessioni, di laboratori artistici e di letture che la nostra scuola ha voluto dedicare all’importante tema della violenza di genere. Tantissimi sono stati i lavori realizzati dagli alunni (cartelloni, cartoline, pagine di diario, recitazione di monologhi, videoclip, canzoni e video musicali) e di grande impatto visivo e simbolico è stato l’allestimento del piano terra realizzato dal Dipartimento di arte e da alcuni docenti di sostegno che ha fatto da sfondo all’inaugurazione della panchina rossa promossa dall’associazione BenessereLab, partner della Rete Territoriale Antiviolenza Amorù. Con quest’ultima la nostra scuola ha firmato, nell’anno scolastico 2019-2020, il protocollo d’intesa per svolgere attività laboratoriali su tematiche quali affettività e assertività, sport e legalità, avviate rispettivamente dalle associazioni BenessereLab, Indiscipline Team e Centro Pio La Torre. Tali attività fanno parte del progetto “Rete Territoriale Antiviolenza -Troppo Amore Uccide” promosse dall’associazione umanitaria Life and Life e sostenute dalla Fondazione con il Sud.

Efficace è stato l’incontro con Lidia Vivoli, una donna sopravvissuta al femminicidio, che ha raccontato ai giovani la sua drammatica storia offrendo loro una testimonianza di coraggio e di forza. Dopo lo spazio dedicato al dibattito, alcuni alunni delle classi terze sez. B-N-E-G hanno regalato agli ascoltatori momenti di intensa emozione leggendo testi e recitando monologhi sul tema della violenza di genere. La giornata si è poi conclusa con la proiezione dei video realizzati da altri alunni della scuola e con l’esecuzione del coro della classe seconda sez. M che ha cantato “Ma le donne no!”. Ringrazio tutti gli alunni e i docenti, in particolare Margherita Adamo con la quale ho collaborato per la realizzazione dell’evento, i membri dello Staff e il Dirigente Scolastico Mario Veca che ha coadiuvato e supportato la nostra azione didattica promuovendo l’innovazione digitale e le best practices .

Prof.ssa Ivana Zarcone

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here