Non abbiamo di cosa vergognarci e vi spieghiamo il perchè

0

Il nuovo gruppo di maggioranza formato da Marco Lo Cascio,
Marianna Monti, Elena Cicala e Sergio Cuccio rispondono all’attacco del gruppo di opposizione

“Nei giorni scorsi, successivi alla nomina del neo Assessore Biagio Saverino, abbiamo avuto occasione di leggere un comunicato stampa a firma dei Consiglieri di Minoranza, con il quale, relativamente all’argomento nomina, veniva detto a gran voce che l’Amministrazione e i Consiglieri che l’appoggiano avrebbero dovuto vergognarsi.

Di fronte a ciò, restiamo stupiti e allibiti, perché proprio non riusciamo a comprendere di cosa ci dovremmo vergognare. Sembra, pertanto, doverosa una pronta replica ai consiglieri di opposizione, necessaria, soprattutto, per far comprendere ai cittadini come stanno veramente le cose.

Innanzitutto, vorremmo ricordare alla minoranza che, noi, fino a ieri consiglieri del gruppo Misto, siamo stati eletti nella lista dell’attuale sindaco Paolo Martorana, e che, nonostante il sorgere di incomprensioni, non vi è stato un solo momento in cui abbiamo dichiarato di voler passare all’opposizione.

In secondo luogo, rientra nel normale percorso di collaborazione politica, a volte, non condividere certe scelte e per ciò decidere di allontanarsi, formando il gruppo misto, come è accaduto a noi. Così come è altrettanto normale provare a superare le incomprensioni per il bene della collettività; pertanto, dopo vari incontri con l’Amministrazione, con il Sindaco in particolare, siamo riusciti a fare il punto della situazione, a smussare gli angoli per trovare il giusto equilibrio. Si è deciso, quindi, di rientrare in maggioranza ed appoggiare in pieno questa Amministrazione, con la quale, si ribadisce noi siamo stati originariamente eletti.

Tornando al comunicato, noi condividiamo con l’Opposizione la “tristezza “ e la “solidarietà” verso gli impiegati senza stipendi a causa delle attuali e drammatiche condizioni dell’Ente, ma, in netto contrasto con essa, che finora è rimasta immobile, se non limitandosi a sterili ed inutili comunicati, noi abbiamo deciso di scendere nuovamente in campo e rimetterci nuovamente in discussione.

E lo abbiamo fatto a modo nostro.

Infatti, proprio in segno di rispetto verso chi non percepisce stipendi da mesi e tenendo in assoluta considerazione le attuali condizioni economiche dell’ente, noi tutti, l’Ass.re Biagio Saverino compreso, abbiamo pattuito con l’Amministrazione che la nuova nomina fosse fatta ad invarianza della spesa pubblica, come specificato nel corpo della Determinazione di nomina, che pubblicata all’Albo, è facilmente verificabile. In altre parole, la nuova nomina non costa assolutamente nulla all’Ente, nemmeno un euro e che l’attuale spesa per le indennità dei politici rimane invariata. Aspetto molto importante questo, che la Minoranza nel suo comunicato non ha citato.

 Pertanto, noi non ci vergogniamo.

Non solo, ma potevamo benissimo non fare nulla, rimanere affacciati alla finestra a guardare da lontano lo scenario del dissesto sopraggiungere cosicché nessuno avrebbe potuto accusarci di nulla, perché non facevamo parte dell’Amministrazione. E invece no, con profondo senso di responsabilità ed atto di coraggio noi abbiamo deciso di scendere in campo e di non rimanere inerti, abbiamo deciso di spenderci e di metterci a faccia.

Pertanto, noi non ci vergogniamo.

In un momento come quello drammatico che si sta attraversando, nessuno dovrebbe rimanere con le braccia conserte, al contrario tutti, Sindaco, Assessori, Consiglieri o Funzionari, dovrebbero intervenire per fare quello che è nel loro potere, nelle loro possibilità per aiutare il Comune; è proprio in questi casi che si dimostra l’affetto sincero per la comunità, avendo il coraggio di intervenire senza guardare colore politico, gruppo di appartenenza, maggioranza o opposizione. Perché, forse si dimentica troppo spesso, che quando un consigliere viene eletto, viene eletto per il bene del Comune in cui abita, in cui vive e che rappresenta.

Pertanto, noi non ci vergogniamo.

 Durante gli incontri preliminari a questa decisione finale, in verità erano molte di più le ragioni personali o di convenienza o di opportunità politica che ci spingevano a rimanere fuori dall’Amministrazione che le altre; pur tuttavia, noi abbiamo scelto di agire e lo abbiamo fatto col cuore.

Abbiamo deciso di metterci nuovamente in gioco, di spenderci per il bene della comunità, collocandoci in prima linea, perché il comune non è del Sindaco, il comune non è degli assessori, nè dei consiglieri: il comune è di tutti. Scendendo nuovamente in campo, vogliamo fare gli interessi  non  del singolo soggetto ma di tutti i cittadini,  per noi stessi che abitiamo a Ficarazzi,  per i nostri figli e le future generazioni. Queste per sommi capi le valutazioni fatte e le motivazioni reali che ci hanno fatto decidere di rientrare nuovamente a fianco di questa Amministrazione. Pertanto, noi non ci vergogniamo.

E Voi, consiglieri di Minoranza, a fronte di ciò, vi siete limitati a fare i leoni da tastiera, diffondendo notizie false e tendenziose come quelle contenute nel comunicato stampa, fatto soltanto, per screditare la nostra decisione, per gettare fumo negli occhi. Tuttavia, noi siamo sereni, perché questi giochetti, ben noti nel passato, oramai non incantano più nessuno. Eppure, in questa sede, stasera, noi vorremmo mettere da parte le polemiche sterili e chiedere a tutti, Voi compresi consiglieri di opposizione, di unire le forze a prescindere dall’appartenenza politica e rimboccarci le maniche, per cercare di trovare assieme una soluzione ai problemi attuali, per cercare di salvare il salvabile e provare a far giungere in porto questa nave, della quale tutti noi siamo passeggeri,  prima che essa affondi. Grazie”

Riportiamo integralmente il comunicato oggetto della replica

(Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato dei consiglieri di opposizione Pino Cannizzaro, Rosanna Cascio, Piero Domino, Pino D’Alba ed Enzo Lo Cascio)

“Con grande tristezza per le condizioni precarie in cui versano gli operatori ecologici e gli impiegati del nostro Comune esprimiamo, noi consiglieri di opposizione la nostra solidarietà con gli stessi. Più volte nelle sedute consiliari abbiamo rilevato il problema senza avere ottenuto risposte concrete .Ci duole molto non poter fare di più. Ancora una volta a risentire dell’operato di questa Amministrazione fallimentare sono i nostri concittadini che, nonostante le difficoltà derivate dal mancato pagamento di molte mensilità loro dovute, hanno continuato con dignità e senso civico a svolgere le attività di loro competenza: dignità e senso civico che mancano ai componenti di questa maggioranza. E nonostante le difficoltà economiche in cui versa il paese un altro assessore, a voce ferma e forte gridiamo: “VERGOGNATEVI”. Nei prossimi giorni chiederemo al Presidente del Consiglio Comunale un consiglio comunale straordinario e urgente per tale problematica”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here